Veloviewer, scopriamo questo potente strumento per analizzare i dati GPS di STRAVA

Molti di voi avranno notato in questi primi giorni del 2018 la comparsa sui profili social di molti ciclisti il logo veloviewer accompagnato da un resoconto grafico molto accattivante dei km e le attività svolte nel 2017. Questa chicca ha da subito attirato anche la mia curiosità. Per questo ho deciso di approfondire l’argomento e scoprire nel dettaglio di cosa si tratta. In questo post cercherò di spiegarvi cos’è veloviewer, come si una, i costi e le funzionalità di questo magnifico sito.

quando e come nasce veloviewer

Veloviewer è stato creato nel 2014 da Ben Lowe, un cicloamatore di Sheffield (Regno Unito), appassionato di informatica e assiduo utilizzatore di STRAVA.  Il suo intento era migliorare ed integrare la più famosa app utilizzata per condividere i dati GPS registrati durante le proprie attività sportive. Grazie all’API di STRAVA Ben crea un sito che permette di elaborare, visualizzare ed interagire in modo più completo e dinamico con i dati forniti dai satelliti. Veloviewer è oggi utilizzato anche da squadre pro come Sky, Orica Scott, BMC e FDJ.

Solo negli ultimi mesi, grazie al crescente successo internazionale, l’utilizzo del sito si sta diffondendo anche tra gli appassionati italiani. Al momento l’unica lingua supportata è l’inglese. Per registrarsi occorre avere un profilo STRAVA attivo e non è prevista nessuna applicazione da scaricare su smartphone. Per utilizzare il sito è necessario quindi accedere tramite PC o browser Internet, anche da telefonino.

come accedere a veloviewer.com

Accedendo al sito veloviewer.com (da qui) possiamo subito notare il pulsante rosso “connect whit STRAVA”. Basta cliccarlo e loggarsi con le credenziali STRAVA per trovarsi davanti la prima delle 11 pagine che compongono il sito.

La prima pagina è una sorta di panoramica generale dell’intera cronologia caricata che mostra confronti anno su anno di distanza, dislivello, tempo, velocità ecc.  Schemi grafici riassuntivi e uno score (punteggio) che rappresenta un facile metro di paragone con il resto della community completano il sommario.

Ma è gratuito?

Una volta connessi accediamo alla versione base e gratuita del sito. Questo limita la visualizzazione e analisi delle ultime 25 attività e 250 segmenti affrontati. Questo limite decade con l’upgrade alle versioni PRO o PRO+.  Il costo è 10 £ all’anno per la prima, 20 £ all’anno per la seconda.

Attualmente il sito propone un’offerta esclusiva per gli utenti PRO e PRO+. Iscrivendosi viene data la possibilità di provare gratuitamente per 60 giorni il sistema THE SUFFERFEST. Si tratta di un piano di allenamento completo e personalizzato. cliccando QUI puoi avere più info su questa opportunità.

La seconda pagina di veloviewer.com invece raccoglie l’elenco completo delle attività svolte. La comodità è che l’elenco è completamente modificabile ed ordinabile. È possibile inoltre visualizzare graficamente su una cartina tutte le strade e sentieri percorsi. A nostra discrezione possiamo attivare la visualizzazione grafica e schematica dell’elenco attività.

La terza pagina riporta un elenco dei segmenti affrontati con dati e info schematiche sui kom, distacchi e tempi. Come nella pagina precedente è poi possibile con un click visualizzare i tratti percorsi sulla cartina o in uno schema grafico riassuntivo.

Nella quarta pagina è possibile comparare tutti i tentativi fatti nell’affrontare un determinato segmento. Questo ci permette graficamente di avere subito chiara l’evoluzione dei tentativi di migliorare un determinato obbiettivo.

Veloviewer graficamente incanta

La quinta pagina permette di accedere ad una delle funzioni più fascinose di Veloviewer. Qui è possibile visualizzare i propri percorsi  Strava con numerosi grafici e altimetrie, anche 3D. L’implementazione con Earth ci permette di vedere in anteprima i nostri percorsi come mai prima. Sicuramente un bello stimolo per studiare le prossime salite da affrontare.

La sesta pagina è solo un resoconto delle sfide affrontate e completate su Strava.

La settima pagina invece è quella che personalmente preferisco. Qui è possibile selezionare un determinato periodo e creare una ruota grafica simile a quella utilizzata per la presentazione del percorso del giro d’Italia negli ultimi anni. Al centro vi sarà la cartina con evidenziati i tratti di strada percorsi. Attorno gli spicchi proporzionati in base alla lunghezza chilometrica delle uscite e con relativa altimetria del percorso. Un modo nuovo e originale per rappresentare graficamente una settimana di allenamento o una vacanza in bici.

L’ottava pagina è utilizzata per generare il resoconto grafico annuale delle proprie uscite. Proprio quello che ad inizio post dicevo essere il tormentone di inizio anno sui profili facebook di molti ciclisti. In un’immagine quadrata si racchiude un resoconto completo e accattivante di un intero anno. Questa pagina ci da la possibilità di scegliere come e quali dati visualizzare. Simpatica la funzione di poter comparare  il proprio dislivello annuo totale con l’altezza di una delle cime montuose più famose (ad esempio Everest, Monte Bianco, Teide ecc..). Inoltre verrà indicata la città in giro per il mondo che avremmo raggiunto partendo da casa percorrendo i chilometri totali nell’anno di riferimento.

Fino ad ora davvero fantastico!

Nella nona pagina si può generare il codice per impostare una firma dinamica da inserire sui forum. Con una serie di opzioni possiamo creare un banner che rappresenti graficamente le nostre statistiche su STRAVA. La decima raccoglie i nostri maggiori Sfidanti e l’ultima permette invece di passare alle versioni a pagamento del sito.

Complimenti quindi alle capacità di Ben Lowe che ha creato veloviewer implementando STRAVA. Un sito semplice e potente per gestire, confrontare e visualizzare i dati GPS registrati nelle nosotre uscite. Per me davvero un ottimo lavoro, che da appassionato di grafica come sono posso solo apprezzare e consigliare. Uno stimolo in più per scalare nuove vette, esplorare nuovi sentieri e completare nuove sfide.

PRO:

  • La versione gratuita comprende tutti gli strumenti di veloviewer.com
  • Utilizzo facile e intuitivo
  • Regala nuovi stimoli per affrontare le nostre sfide

CONTRO:

  • Esiste solo la versione in inglese
  • Non c’è al momento un’app per smartphone
  • La versione free limita l’analisi alle ultime 25 attività registrate su STRAVA

Condividi sui social:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *